Greenaccord.org

Associazione culturale per la salvaguardia del creato – Onlus

20 mag 2015
parlam

di Toni Mira Link all’articolo originale:http://www.avvenire.it/Commenti/Pagine/FINALMENTE-ECCO-GLI-ECOREATI-.aspx Finalmente! Lo può gridare il popolo avvelenato della «Terra dei fuochi», lo possono gridare i familiari delle vittime dell’Eternit, gli abitanti di Taranto, Gela, Marghera, Crotone, Bussi e dei tanti disastri ambientali. Lo possono dire i magistrati che per anni hanno lottato contro gli ecocriminali ‘con le armi spuntate’. Finalmente, davvero. L’approvazione ieri da parte del Senato della Repubblica del disegno di legge sugli ecoreati, chiude una vicenda più che ventennale, da quando in occasione della presentazione del primo Rapporto Ecomafie, Legambiente chiese l’inserimento

(Continue)

DSC_0005

di Luisella Meozzi Una regione immersa nel verde, selvaggia quanto basta, impegnata a proporre un modello di sviluppo territoriale e turistico che nella sostenibilità ambientale inscrive dei percorsi di vera innovazione ecologica, intendendo tale anche l’ecologia umana. Incredibilmente, ecco il Molise. All’apparenza, la regione meno conosciuta d’Italia, in concreto una realtà che è cresciuta in sordina e oggi è pronta a contribuire sensibilmente all’offerta nazionale anche in termini di armonico potenziamento agricolo e imprenditoriale. Che questa fosse la location ideale per il corso di formazione professionale dedicato ai giornalisti che

(Continue)

manifesto campobasso

Aiutare i giornalisti ad approfondire i legami tra tutela del territorio, sviluppo economico e stili di vita sostenibili. Dal 15 al 17 maggio, Campobasso ospita tre giorni di lavori rivolti agli operatori dell’informazione. Ad organizzarli, l’associazione di giornalismo ambientale Greenaccord Onlus, l’Ordine regionale dei giornalisti, l’Arcidiocesi di Campobasso e la Regione Molise Campobasso, 11 Maggio 2015 – Un’opportunità per approfondire il profondo legame tra la tutela del patrimonio ambientale, la costruzione di un sistema produttivo effettivamente sostenibile, gli stili di vita delle famiglie italiane e il ruolo degli operatori della

(Continue)

earth

Earth Day Italia celebra la 45a Giornata Mondiale della Terra delle Nazioni Unite, che come ogni anno ricorre il 22 aprile, con un grande villaggio della sostenibilità e un programma ricco di sport, musica dal vivo, street food, laboratori, convegni e tanti divertimenti green per famiglie e bambini, con ingresso gratuito. In contemporanea con Washington, dove sarà allestito un grande villaggio di fronte alla Casa Bianca, Earth Day Italia, nel fine settimana di sabato 18 e domenica 19 aprile realizzerà il suo Villaggio per la Terra in uno dei luoghi

(Continue)

terra e cibo

Invito alla presentazione del volume Terra e Cibo pubblicato dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace 16 aprile 2015 alle 17.00 Sala Marconi Radio Vaticana – Piazza Pia, 3 – Roma Interverranno Cardinale Peter Turkson, Presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace S. E. Mons. Mario Toso, Vescovo di Faenza-Modigliana, già Segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace Dott. Tebaldo Vinciguerra, Officiale del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace Giornalista Prof. Mario Lubetkin, Direttore dell’Ufficio per la Comunicazione Istituzionale della FAO Avv.ssa Adriana Opromolla,

(Continue)

DSC_0333

CONTRO LO SPRECO DI CIBO di Elena Scarici Ragazzi delle scuole della Campania contro lo spreco alimentare. Questo il senso del progetto di educazione ambientale promosso dal Ministero dell’Ambiente, associazione culturale Greenaccord, direzione scolastica regionale e Comune di Napoli. Al progetto hanno partecipato otto scuole superiori della Campania più, in via sperimentale, una scuola media. Il progetto ha coinvolto 50 studenti della classi quarta e quinta  e dieci docenti accompagnatori in un’attività di educazione ambientale consistente in primo luogo nella loro partecipazione al “Forum Internazionale dell’Informazione per la salvaguardia della

(Continue)

_ blog
5 mar 2015 / 0 Comment
climate chang

by Manuel Mendez Los hábitats están brutalmente alterados,especies extintas o en vias de extinción, bosques amenazados, inundaciones, millones de refugiados ecologicos…etc. La comunidad científica es enfática: “Un aumento de cuatro grados antes del año 20100 es muy probable”. “Esto causaría desastres ambientales catastróficos”. Los líderes de las naciones más poderosas del mundo son concientes de este problema y los únicos con capacidad para comenzar a revertirlo. El tema del cambio climático ya no se posiciona como algo meramente científico y se comienza a ver como un problema ambiental de desarrollo

(Continue)