Greenaccord.org

Associazione culturale per la salvaguardia del creato – Onlus

25 gen 2011
  • Ambiente: premiata eccellenza Italia a WEF di New Delhi:L'Italia che crea e fa innovazione nel rispetto del territorio e nello spirito di valorizzare in modo simile donne e uomini, è stata premiata nel 2/o Women Economic Forum (WEF), ...
  • Clima, gli impegni della COP21 alla prova dei fatti:L'associazione di giornalismo ambientale Greenaccord Onlus e la Regione Toscana organizzano una giornata di studio dedicata agli operatori dell'informazione per fare il punto sulle sfide e le opportunità offerte dalla ...
  • Comunicazione strumento di misericordia:L'associazione Greenaccord e la Casa di Santa Francesca Romana, in collaborazione con il Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti, organizzano una giornata di studio alla vigilia della 50° Giornata mondiale delle ...
  • Tutto pronto per la Giornata della Terra:Eventi culturali, concerti e spettacoli dal vivo, DJ Set a cura di Radio2, cinema nel parco, villaggio dei bambini, giochi, animazioni e laboratori della natura, planetario gonfiabile ed esperimenti scientifici, ...
  • Seminario Conferenza Episcopale Europea:Greenaccord segnala un’iniziativa della Commissione del CCEE Seminario sull'Enciclica Laudato Si' e la Conferenza sul Clima di Parigi (COP21) Rome, 4 Maggio 2016 - Institutum Patristicum Augustinianum, Auditorium Minor Incontro aperto al ...

Ecco i vincitori dei premi, edizione 2009:

Beppe Rovera, cuneese, giornalista professionista dal 1978, ha cominciato l’attività collaborando al settimanale diocesano ‘La Voce del Popolo’ di Torino, quindi con il quotidiano ‘Avvenire’. Successivamente approda all’Ansa di Torino dove per dodici anni segue, in particolare, la cronaca giudiziaria negli anni del terrorismo; dal 1985 al 1990 è corrispondente del ‘Corriere della Sera’ da Torino. Nel 1990 entra in Rai, dal 1992 cura e conduce la trasmissione ‘Ambiente Italia’ su Rai Tre. E’ stato consigliere regionale piemontese dell’Ordine dei Giornalisti piemontese e presidente dei cronisti piemontesi.

Greenaccord assegna il premio al giornalista Beppe Rovera, per la posatezza nella conduzione, per la capacità di saper coniugare voci diverse sui problemi della natura e dell’ambiente e per aver scelto di realizzare il suo programma nel territorio, e non in un asettico studio televisivo.

Elena Scarici, napoletana, redattrice del settimanale “Nuova Stagione” della Diocesi di Napoli. Collabora con il dorso cronaca del Corriere del Mezzogiorno, ed è corrispondente dal capoluogo campano per “Redattore Sociale”. Si occupa di uffici stampa per eventi culturali e musicali. E’ laureata in Scienze Naturali, ed ha collaborato per circa dieci anni con il dipartimento di Zoologia del’università ‘Federico II’ di Napoli. E’ membro direttivo dell’Ucsi Campania, e responsabile del Cenacolo Ecologico della Campania di Greenaccord e direttore del bollettino della Società dei Naturalisti dell’Università di Napoli.

Fisc assegna il premio a Elena Scarici per la sua competenza professionale, supportata dai suoi studi in scienze naturali, hanno fatto sì che nello sviscerare i problemi ambientali sia riuscita a coniugare competenza scientifica, capacità narrativa e approfondimento tecnico, mai disgiunto da una visione del Creato come dono di Dio.

Mariella Cossu, cagliaritana, ha diretto per quindici anni l’ufficio stampa dell’Ente Regionale di Sviluppo Agricolo in Sardegna. Oltre alla comunicazione istituzionale, all’organizzazione di convegni, alla redazione di articoli per le riviste agricole specializzate, a documentari su prodotti agroalimentari della Sardegna, ha realizzato trasmissioni sul comparto e sui prodotti locali. Dal 1999 collabora con L’Informatore Agrario, Vita in Campagna, Origini, Il Corriere Vinicolo, Sardegna Industriale. E’ membro del consiglio direttivo e tesoriere dell’’Assostampa Sarda; tesoriere dell’Ucsi nazionale e segretaria dell’’Ucsi Sardegna; è segretaria dell’Arga Sardegna, l’associazione di giornalisti che si occupano di agricoltura e di ambiente.

Ucsi assegna il premio a Mariella Cossu, perchè il giornalismo non è fatto solo dai volti conosciuti della TV o dalle grandi firme dei giornali ma, in gran parte, da attenti e scrupolosi cronisti dei fatti della vita. I suoi “pezzi” sono sempre il risultato di una ricerca scrupolosa di dati e documentazione scientifica sia che parli di campi o di allevamento, di coltivazione della vite o dell’ulivo, delle erbe medicinali o dello zafferano, o di qualunque altro aspetto dell’attività agricola e dei prodotti della natura. Una attività la sua che onora il giornalismo e costituisce un esempio limpido per le generazioni più giovani.

Ai vincitori è stato offerto un periodo di vacanza da godersi in un contesto naturale significativo, che porti alla riscoperta di luoghi e situazioni che riconciliano l’uomo con il Creato e con il Creatore: la Provincia Autonoma di Bolzano offrirà infatti ai vincitori un week-end nello splendido contesto dei paesaggi delle Dolomiti.